Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2012

UN REGALO DI NONNA PEONIA.

Immagine

METTI IN MOTO SOTTO METAFORA!

Immagine

Il Bottino del mercatino...con il sottofondo di Chèri!

Immagine

Pronta per il mercatino...

Immagine
Nonostante la neve sono pronta per il mercatino dell'antiquariato...magari scovo quel "pezzo perfetto" che noi collezionisti - restauratori -artigiani -stressaticronici vediamo come l'inizio di una nuova vita sognante...
...magari una lampada così...

 ...o un carrillon d'epoca...

...o una spilla straordinaria...

Naturalmente questi sono solo sogni inarrivabili, ma se trovo qualcosa di bello e MOOOOLTO meno caro...vi aggiorno!!! Baci Tesorini!

Il Venerdì della Zia...che rischia grosso.

Immagine
...e dal momento che intanto

sono andata al lavoroho ridipinto parte del gazeboho spostato elementi vari per casaho contrattato una nuova formula  per il mio conto corrente talmente vantaggiosa che per poco non mi danno dei soldi a uffaho dedotto che sarebbe ora che mi dessi UNA BELLA CALMATA

Tra una pastiglietta e un riposino...

Immagine

Intervallo.

Immagine

Ahi me, lassa!

Immagine
Nipotini adorati, vi scrivo dal mio letto di dolore. Stamane un malessere mi ha costretta in ospedale. Fortunatamente ora sono nella mia dimora e la speranza mi sostiene. La natura del mio male è troppo prosaica per essere descritta in questo tranquillo salottino senza turbare la vostra sensibilità. Vi basti dunque sapere che per l'ennesima volta ho avuto prova di come un aspetto curato ed elegante possa essere di estremo conforto in un luogo dove ci si rimette completamente a mani estranee, benchè gentili e preparate. Non scordate questa lezione, Nipotini cari...e non trascurate neanche il minimo dettaglio nella cura della vostra persona, che sempre dignitosa deve comparire in ogni frangente. Un abbraccio miei dolci.

La Signorina Alessia.

Immagine
Ecco il lavoro della cara Signorina Alessia.




Il Venerdì della Zia...cuori, biscottini al burro e caterinette.

Immagine
Una caterinetta (o anche tricottino) è un piccolo attrezzo utilizzato nei lavori a maglia per creare delle cordelle tubolari (in lana o altri filati). L'etimologia del termine si deve probabilmente all'appellativo caterinetta (vezzeggiativo di Caterina) utilizzato in Francia (catherinette) ed inPiemonte come sinonimo di sartina e giovane donna da marito [1] (derivato da santa Caterina di Alessandria, protettrice delle apprendiste sarte [2]). L'attrezzo è costituito da un rocchetto, solitamente in legno, sormontato da quattro ganci o chiodini, che servono per fissare il filo, che viene lavorato con un grosso ago.

Un Cuore in Inverno...con Lenci,forbici e colla a caldo!

Immagine

Giornata dura...serata soffice.

Immagine

Non è la gelosia...parte prima, G.Guareschi.

Immagine
NO, NON E’ LA GELOSIA…
Decisi di andare a fare un sopralluogo alla casa nuova e siccome, abbandonato per terra, tra le macerie della casa nuova c’era un apparecchio telefonico funzionante, dissi a Margherita: - Se qualcuno mi cercasse, telefonami. – Si parla qui di macerie della casa nuova non per fare del paradosso, ma perché, in definitiva, quella che comunemente viene definita la casa nuova è quasi sempre un decrepito baraccone pieno di polvere e di ragnatele, una gran macchina dannata che continua a inghiottire quattrini e dà soltanto calcinacci. Io non racconto mai cose originali: io sono il modesto e pignolissimo cronista della vita piccola del mondo piccolo e prendo nota di tutte le minuterie più banali che succedono in famiglia. La mia carriera di scrittore è cominciata in terza elementare quando mi assegnarono il tema:”Descrivete la vostra cameretta e la vostra casa”.Mi trovai a mio agio con quel tema anche perché, non possedendo io allora una cameretta mia, potei prendere la c…

BUON LUNEDI' AGLI ORIUNDI!

Immagine

Alla ricerca della Zia perduta...

Immagine
Carissimi Nipotini,  vi comunicai mesi fa che ero partita alla ricerca della tomba di Zia Delina e che di lei non trovai traccia. Le mie indagini non si sono certo interrotte e vi ho coinvolto anche i parenti, vicini e lontani. Una cugina, in particolare, si è presa a cuore la misteriosa situazione e ha setacciato cimitero e documenti vari... Ebbene... La faccenda è ben lungi dal trovare una soluzione, perchè Zia Delina non risulta nemmeno all'anagrafe!

Sono state avanzate mille ipotesi...ma, mentre la mia parente continua con più accurate ricerche presso il Comune, io, la storia di Zia Delina, l'immagino così: " Era la fine dolente dell'ottocento, ultimo brandello di quiete prima di una guerra che avrebbe insanguinato la terra e le mani di molti. Una dolce e bellissima fanciulla, di nobili natali, fatalmente si innamorò dell'uomo più bello e più povero che avesse mai conosciuto.  Egli la ricambiava con passione, ma le loro tanto diverse condizioni resero il loro Amore Pu…

Una piccola cosa perfetta.

Immagine

Il Venerdì della Zia: parte seconda: thè, biscotti, manicure e shopping!

Immagine
...sarà quasi un'ovvietà...
ma mi ha davvero conquistata...ho preso anche la versione per i capelli...
MERAVIGLIOSO!

Il Venerdì della Zia, parte prima: la signorina Emma.

Immagine
La signorina Emma è una graziosa donnina che, insieme alla sua cara amica, la signorina Alessia, ho la fortuna di conoscere non solo tramite questo blog, ma anche nella realtà. Questo mi dà il privilegio di poter seguire da vicino le meraviglie che un animo femminile sa creare. La signorina Emma ha cominciato a lavorare a maglia. Ecco la prima foto del suo lavoro.

...che bellissimi colori!!! Sono ansiosa di seguirne il progredire e attendo anche i frutti della creatività della signorina Alessia.